Indice
Ridurre gli sprechi
Illuminazione
Elettrodomestici
Consumare meno!
Condizionamento e Raffrescamento
Acqua calda sanitaria
Usi cucina
Tutte le pagine

Elettrodomestici

scelta 1: Scegliere quale forma di energia

Gli elettrodomestici sono per definizione apparecchi elettrici.Fanno eccezione i forni da cottura, che suggeriamo siano a gas perchè molto più economici, efficienti ed ecologici.

Le lavatrici e le lavastoviglie possono consumare molta meno elettricità se si scalda a gas o col solare l'acqua che usano: all'estero sono diffusi modelli con doppio ingresso d'acqua, calda e fredda; cercando, si trovano anche in Italia. Il risultato è ottimo perche' si evita la fase di maggior consumo nei modelli tradizionali, il riscaldamento dell'acqua attraverso una resistenza elettrica.

scelta 2: Scegliere quale elettrodomestico

L'efficienza energetica di un elettrodomestico è evidenziata dalla sua etichetta energetica.

L'Etichetta Energetica

E' una scala di riferimento per i consumi elettrici degli elettrodomestici e delle lampadine.
E' divisa in 7 classi, dalla A (bassi consumi) alla G (alti consumi), i cui valori limite variano per ogni elettrodomestico.
Modelli diversi della stessa classe possono essere confrontati in base al consumo di energia stimato per un utilizzo in condizioni standard predefinite. Tale valore è riportato sull'etichetta nella sezione sotto la classe energetica. E’ espresso come consumo annuo (kWh/anno) o per ciclo di utilizzo (kWh/ciclo).
Il consumo reale può variare sensibilmente in base al modo in cui viene utilizzato l’apparecchio. Ad esempio il consumo di un frigorifero aumenta molto se lo si apre spesso. Nell’Unione Europea i venditori sono obbligati ad esporre l’etichetta accanto ad ogni elettrodomestico, indicando chiaramente in quale classe si colloca il modello in vendita (direttiva 92/75/CE).
L'introduzione di tale strumento, oltre a dare la visibilità immediata dell'efficienza energetica di un apparecchio al momento dell'acquisto, ha contribuito ad aumentare l'informazione sul consumo degli elettrodomestici e sulle sue conseguenze. In pochi anni gli elettrodomestici di classe E, F e G sono spariti dal mercato, fino ad essere vietati per legge.
Oggi si assiste addirittura alla proposta di frigoriferi di classe A+ e A++, ancora più efficienti di quelli di classe A.

 

La maggior parte del costo globale di un elettrodomestico non è data dal suo costo d'acquisto, ma dal costo del suo utilizzo.
La scelta di un nuovo elettrodomestico influisce sui propri consumi elettrici per molti anni, nei nostri calcoli ne indicheremo 10, ma è ovvio che possono essere di più, per cui i confronti saranno ancora più vantaggiosi.
Questa distribuzione dei costi e benefici nel tempo suggerisce il confronto con un BOT a 10 anni.

Esempio

Le famiglie A e C comprano due frigoriferi di pari livello e dimensione.
La famiglia A sceglie un frigorifero di classe A e spende 125 euro in più della famiglia C. Nei dieci anni successivi, la famiglia A risparmia circa 40 euro l'anno sulla bolletta elettrica (rientrando dei 125 euro in 3 anni).
La famiglia C impiega i 125 euro non spesi in un buono del tesoro decennale, con un tasso d'interesse composto del 3% (o magari in un bond Argentino o in un'azione Parmalat, ma questa è un'altra storia).
Come paragonare i due?
Sommando i risparmi ottenuti dalla famiglia A al termine dei 10 anni, si ottiene l'equivalente di quello che sarebbe rientrato nelle tasche della famiglia C se il tasso composto del suo bond fosse stato dell' 8,5 %.
Vi viene in mente un altro tasso del genere a rischio?

scelta 3: Scegliere come usare ciò che consuma energia

La classe energetica viene assegnata ad un elettrodomestico eseguendo dei test su un singolo programma.
Una lavatrice di classe A ad esempio è testata per un ciclo di lavaggio di cotone a 60?.
Avrà programmi che consumano meno e programmi che consumano più.
Il libretto delle istruzioni riporta i consumi di tutti i programmi.
In generale, comunque, il consumo aumenta con la temperatura dell'acqua e la durata del programma.
A differenza della luce, che va accesa quando serve, la lavatrice si può fare a qualunque ora (se si ha una macchina poco rumorosa).
Un consiglio che vale per tutti gli elettrodomestici è cercare di spostare il loro utilizzo nelle ore serali o notturne, in cui la richiesta di energia in Italia è minima, o nel week end.

 



 
Etica nel Sole S.C. - Sede Legale: Via San Tommaso 6, 10122 Torino - Sede Operativa: via Bologna 220, c/o La Fabbrica, 10154 Torino
Tel. e Fax 011.8974037 e-mail: info@eticanelsole.it – sito web: www.eticanelsole.it
C.F. e iscrizione Registro Imprese di Torino: 09893590019 - Capitale sociale 58.500 € i.v. - N° REA: TO – 1089097 - Iscrizione Albo Società Cooperative N° A192532