Indice
Ridurre gli sprechi
Illuminazione
Elettrodomestici
Consumare meno!
Condizionamento e Raffrescamento
Acqua calda sanitaria
Usi cucina
Tutte le pagine

L'orario in cui si consuma l'energia elettrica è molto importante.
Il prezzo dell'energia alla produzione è contrattato su un vero e proprio mercato elettrico. L'energia è un bene che va prodotto nello stesso istante in cui viene consumato, quindi il prezzo sale nei momenti di maggiore consumo (picco).
Nelle ore notturne all'ingrosso l'energia costa meno della metà che di giorno, perchÈ se ne usa molta meno.
Se oggi l'energia notturna costa come quella diurna, è per motivi speculativi e non tecnici.
La domanda di energia nell'arco delle 24 ore di una giornata lavorativa ha un andamento caratteristico, con un picco prima di mezzogiorno ed uno la sera intorno alle 18.

Consumare energia nei momenti di picco significa:

  • non poter usufruire di tariffe vantaggiose

  • contribuire al rischio black out

  • contribuire alla richiesta di nuove centrali

Si sente spesso dire che l'Italia ha bisogno di nuove centrali. In realtà molte delle centrali presenti in Italia rimangono spente per gran parte del tempo. Le nuove centrali servirebbero solo per poche ore al giorno, per coprire l'aumento della domanda di picco.
Le spese per le nuove centrali si riflettono in un aumento della tariffa elettrica. E' molto più economico, efficiente ed ecologico ridurre gli usi elettrici nei momenti di picco.

Riportiamo di seguito altri consigli utili.

Elettrodomestico

Consumo stimato
(kWh annui)

Consigli d'uso

Frigorifero combinato

550

Aprirlo meno possibile e più brevemente possibile.
Tenerlo distante dalla parete e lontano da fonti di calore.
Evitare di “incassarlo” in mobili con poca circolazione d’aria.
Non inserire cibi caldi.
Sbrinarlo spesso.
Programmare una temperatura intermedia: la posizione estrema del termostato è inutile per la conservazione dei cibi ed aumenta i consumi energetici del 10-15%.
Posizionare gli alimenti secondo le diverse esigenze di conservazione; in genere, la zona più fredda è in basso, sopra ai cassetti della verdura.

Lavastoviglie

530

Usarla a pieno carico: mezzo carico non significa dimezzare i consumi, né di acqua né di energia.
Usarla nelle ore notturne.

Congelatore

400

Non inserire cibi caldi.
Preferibilmente metterlo in garage, cantina… in locali freschi e non riscaldati.
Sbrinarlo spesso.

Condizionatore

203

Si può comprare e usare come un qualsiasi elettrodomestico, ma sarebbe molto più efficiente progettare un impianto di raffrescamento come si progetta quello di riscaldamento; altrimenti produce seri costi energetici e ecologici; è la maggiore causa dei famosi black-out estivi. Vedere la sezione Condizionamento.

Televisore

146

Spesso viene tenuto in stand by per poterlo accendere e spegnere col telecomando. Risultato: il televisore rimane acceso 24 ore su 24.
Per mantenere la comodità dello stand by suggeriamo di applicare alla televisione un timer che la spenga almeno nelle ore notturne.
Esistono modelli in cui si può programmare l’orario di spegnimento.

Computer

137

Spegnerlo quando non serve. Collegare tutte le sue periferiche ad una ciabatta con interruttore, in modo da spegnere tutto con un solo gesto.
Oggi esistono ciabatte collegate al pc con un cavo USB che si scollegano automaticamente dalla rete elettrica quando si spegne il pc.
Alcune stampanti necessitano di rimanere sempre in stand by, altrimenti si rovinano le testine. E’ un buon motivo per scegliere un altro modello.

Forno Microonde

122

Da preferire, dove si può, a quello elettrico perché si usa per meno tempo. La differenza è particolarmente evidente nel riscaldamento di cibi precotti.

Forno Elettrico

121

Spegnerlo qualche minuto prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo.
Evitare di aprire spesso lo sportello durante la cottura.

Lavatrice

110

Usarla a pieno carico.
Usarla nelle ore notturne.
Usarla a basse temperature: il programma a 90°C oggi è necessario raramente perché esistono detersivi che assicurano un bucato perfetto alle temperature più basse. I capi più difficili possono essere eventualmente prelavati lasciandoli a mollo nel detersivo e poi lavati a basse temperature.

Videoregistratore

61

Evitare di tenerlo sempre in stand by.
24 ore di funzionamento in stand by a 8 Watt di potenza consumano in 1 anno 70 kWh. Per produrli si immettono in atmosfera 40 kg di CO2 (circa 580 g per ogni kWh).

Termoventilatore

56

Può essere una soluzione per luoghi da riscaldare saltuariamente, dove non vale la pena realizzare un impianto di riscaldamento, o per casi di emergenza.

Aspirapolvere

53

In genere i modelli col motore sul manico danno ottimi risultati d’aspirazione con potenze molto basse rispetto a quelli a bidone.

I dati statistici riportati sono puramente indicativi e hanno significato relativo più che assoluto.
Per maggiori approfondimenti sui dati di consumo reali dei singoli elettrodomestici si può fare riferimento al progetto Micene del gruppo eErg del Politecnico di Milano. I dati li' riportati derivano da una campagna di monitoraggio realizzata dai ricercatori del gruppo in 110 appartamenti in Italia.



 
Etica nel Sole S.C. - Sede Legale: Via San Tommaso 6, 10122 Torino - Sede Operativa: via Bologna 220, c/o La Fabbrica, 10154 Torino
Tel. e Fax 011.8974037 e-mail: info@eticanelsole.it – sito web: www.eticanelsole.it
C.F. e iscrizione Registro Imprese di Torino: 09893590019 - Capitale sociale 58.500 € i.v. - N° REA: TO – 1089097 - Iscrizione Albo Società Cooperative N° A192532