Isolamento

L'isolamento termico degli edifici

Isolare termicamente un edificio significa mettere in opera tutti i possibili accorgimenti che consentono di limitare lo scambio di calore tre l'interno e l'esterno.

In questo modo l'energia fornita all'involucro edilizio sotto forma di calore resterà all'interno e impiegherà molto tempo a raffreddarsi.

Il calore infatti cerca tutte le possibili vie di fuga per disperdersi nell'ambiente esterno e ogni metro cubo di aria calda che se ne va viene sostituito da una corrispondente quantità di aria fredda che proviene dell'esterno. Se noi semplicemente tappiamo le falle, ma non isoliamo muri e finestre, l'aria calda tenderà comunque a raffreddarsi per contatto con pareti ed infissi freddi.

Isolando, inoltre, si contribuisce alla riduzione delle emissioni di sostanze nocive e inquinanti riducendo sensibilmente i consumi di combustibile da fonte fossile. Costruire o ristrutturare le proprie abitazioni in maniera attenta e responsabile permette di partecipare concretamente alla riduzioni delle emissioni di gas a effetto serra.

 

Beneficio economico.

Una casa ben isolata necessiterà dunque di molta meno energia per mantenere il proprio calore d'inverno e per evitare che il caldo penetri d'estate. Di conseguenza anche le bollette per il riscaldamento e il condizionamento si ridurranno in modo consistente.

Isolando un edificio, si possono ottenere risparmi fino al 60-70%

Inoltre le spese effettuate per migliorare la prestazione energetica degli edifici, compresi i costi di progettazione e autorizzazione godono delle detrazioni fiscali del 65% e possono in questo modo venire ammortizzate in pochissimi anni.

 

DOVE E COME ISOLARE

Per capire dove e come isolare è fondamentale effettuare una diagnosi energetica o audit energetico dell’edificio oggetto dell’intervento. Il primo passo, quindi, è un insieme sistematico di rilievo, raccolta e analisi dei parametri relativi ai consumi specifici, correlati alle condizioni di esercizio dell’edificio e dei suoi impianti e ad una valutazione tecnico-economica dei flussi di energia.

Lo scopo della diagnosi energetica è quello di individuare possibili soluzioni tecniche che possano migliorare l’efficienza energetica dell’edificio, riducendo i consumi di energia.

 

SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L’ISOLAMENTO TERMICO DELL’INVOLUCRO OPACO

Le strutture dell’involucro edilizio da isolare sono:

- pareti

- coperture

- pavimenti su ambienti non riscaldati, su esterno o controterra.

 

Le pareti opache

Diverse sono le modalità per isolare le pareti esterne di un edificio a seconda della posizione del materiale isolante rispetto alla struttura:

- isolamento dall’esterno

- isolamento delle intercapedini

- isolamento dall’interno

 

Isolamento dall’esterno

L'isolamento delle pareti esterne si effettua attraverso il sistema del cappotto.

Il cappotto si realizza posizionando pannelli di materiale isolante direttamente sull'intonaco esistente e realizzando successivamente una nuova rasatura ed una nuova finitura. L'aspetto estetico della casa non cambia ma si può approfittare per rinnovarlo .

Questo tipo di intervento ha il vantaggio di ridurre i ponti termici. L’isolante infatti copre uniformemente pilastri e travi impedendo così il propagarsi del freddo dal telaio esterno a quello interno della casa.

Il cappotto inoltre limita i fenomeni di condensa sia superficiale che interstiziale ed evita la formazione di muffe, proprio perché la struttura è tutta “calda” e più difficilmente raggiunge temperature pari a quella di rugiada

Il risultato sarà che i muri scaldati dall'interno non si raffreddano più a contatto con l'aria esterna perché protetti dal cappotto isolante e, rimanendo caldi, consentono alla casa di mantenere il proprio calore senza necessità di apportare continuamente energia.

 

Isolamento delle intercapedini

L’isolamento delle intercapedini prevede l’inserimento dell’isolante all’interno della cassa vuota realizzata nei muri esterni.

Questo intervento si realizza insufflando del materiale isolante, con l'ausilio di speciali macchine, nella cassa vuota fino ad ottenere un completo ed uniforme riempimento.

Il limite di questo tipo di intervento è che non riduce i ponti termici non essendo possibile isolare la struttura in cemento armato.

Il vantaggio consiste nel costo che è decisamente più contenuto rispetto al cappotto.

Si ottiene comunque un ottimo isolamento delle pareti con seguente effetto di muro caldo che comporta gli stessi benefici del cappotto.

 

Isolamento dall’interno

L'isolamento delle pareti interne si effettua quando intervenire dall'esterno risulta troppo costoso o impraticabile per motivi tecnici oppure quando si scegli di realizzare un isolamento parziale come per esempio una sola stanza o un solo alloggio nel caso dei condomini.

Si procede in questo caso ponendo i pannelli isolanti sulle pareti interne e installando successivamente una controparete in cartongesso o in fibrogesso. In alternativa è possibile utilizzare pannelli già preaccoppiati.

Questa soluzione ha il limite di ridurre la superficie utile agli ambienti.

 

Coperture inclinate

I tetti a falda possono essere:

- ventilati

- non ventilati

La ventilazione è data da un’intercapedine d’aria ventilata posta immediatamente sotto le tegole, ottenuta con arcarecci tra cui è interposto l’isolante. Sulla gronda una griglia forata parapasseri lascia entrare l’aria e un colmo rialzato ne permette l’uscita. La ventilazione consente di ridurre la temperatura superficiale dell’isolante in modo che questo non alteri le sue prestazioni a causa di valori di temperatura troppo elevati soprattutto d’estate.

 

Coperture piane a terrazzo

Si distinguono in:

- tetto caldo

- tetto freddo o rovescio

La distinzione è relativa alla posizione che l’impermeabilizzante ha rispetto all’isolante. Nel tetto caldo l’impermeabilizzante è posto sopra l’isolante proteggendolo dalle acque meteoriche; nel tetto freddo o rovescio l’impermeabilizzante è posto sotto l’isolante.

 

Solaio su ambiente non riscaldato

L’applicazione ideale è porre l’isolante all’intradosso, come ultimo strato verso l’ambiente non riscaldato per godere degli stessi vantaggi del cappotto esterno; inoltre ciò è tecnicamente fattibile e consente di non sottrarre altezza utile negli ambienti in quanto va collocato nei garage o cantine che non essendo abitabili richiedono un’altezza interna minore.

 
Etica nel Sole S.C. - Sede Legale: Via San Tommaso 6, 10122 Torino - Sede Operativa: via Bologna 220, c/o La Fabbrica, 10154 Torino
Tel. e Fax 011.8974037 e-mail: info@eticanelsole.it – sito web: www.eticanelsole.it
C.F. e iscrizione Registro Imprese di Torino: 09893590019 - Capitale sociale 58.500 € i.v. - N° REA: TO – 1089097 - Iscrizione Albo Società Cooperative N° A192532